PLASTICI E MODELLI ARCHITETTONICI - Arch. Massimo Marangoni

PLASTICO DELL'ANNO 2013


Il primo plastico del 2013 è uno stadio per il calcio da 30.000 spettatori, concepito come una cittadella fortificata (Football Castle) che presenta ai quattro angoli edifici accessori (sede della squadra, museo, auditorium, shop-restaurant) che ricordano le torri del castello e lungo i quattro lati gli accessi agli spalti, suddivisi in tre e cinque settori rispettivamente nei lati corti e lunghi del complesso.

 

Il terreno di gioco è abbassato rispetto al piano di campagna, così che mediante una lieve salita si può giungere agli ingressi posti fra il primo ed il secondo anello; da questo livello si può scendere verso le gradinate del primo anello oppure salire a quelle del secondo con una sola rampa di scale. Davanti all'ingresso delle tribune principali vi è l'accesso al livello del terreno di gioco e degli spogliatoi riservato ai giocatori. La copertura è sostenuta da travi sagomate verdi e da tiranti agganciati a quattro possenti tralicci reticolari posti sulle torri angolari.

 

Le quattro torri hanno uno spazio antistante diviso da quello di accesso agli spalti e sono indipendenti dallo svolgimento delle partite, contenendo funzioni di servizio autonome. Hanno un tetto praticabile e struttura muraria in mattoni a vista. Ciascuna di esse si affaccia all'interno dello stadio con due “occhi” vetrati.

 

Il secondo plastico del 2013 è un modello meccanico mobile che consente di simulare il comportamento di un giunto di dilatazione per edifici, che si allunga e si accorcia in seguito ad un sisma. Il giunto è stato semplificato ed alleggerito dalla Ditta produttrice affinché la forza necessaria per deformarlo potesse essere molto minore di quella di un sisma. Il modello rappresenta due solai che si avvicinano e si allontanano lentamente, compiendo sei cicli completi al minuto; un solaio è fissato alla base, mentre l'altro, montato su ruote e binari, riceve movimento da un motore-riduttore elettrico attraverso un meccanismo ruota-biella (con cuscinetti a sfera che riducono l'attrito) nascosto all'interno del solaio stesso e solidale alla base. Il modello è appoggiato su un basamento che lo eleva all'altezza opportuna per essere osservato.

 





VISITA LA GALLERIA DI IMMAGINI DEI NOSTRI PLASTICI E MODELLI:
Pag.1  |  Pag.2  |  Pag.3  |  Pag.4  |  Pag.5Pag.6 Pag.7 Pag.8 Pag.9 Pag.10 |  Pag.11Pag.12 Pag.13 Pag.14

  Pag.15 Pag.16 |  Pag.17 |  Pag.18 |  Pag.19 |  Pag.20